Robotica: tesina

Appunto inviato da bitrider Voto 8

La robotica in generale, nella letteratura, nel cinema e nelle applicazioni pratiche industriali. Tesina sulla robotica (52 pagine formato doc)

ROBOTICA: TESINA

Tesina sulla robotica. Introduzione
L’istituto di robotica americano ha definito il robot come un manipolatore multifunzionale programmabile progettato per spostare materiali, componenti, utensili, attraverso movimenti variabili programmati per il raggiungimento di diversi obiettivi. In pratica, in modo meno arido e sterile, si può affermare che un robot è un dispositivo automatico che effettua funzioni normalmente attribuite agli uomini, o una macchina che ha la forma di un uomo.
La robotica, riferita allo studio e all’utilizzo dei robot, oggi si è evoluta e si possono distinguere le creature artificiali in:
Robot veri e propri, che sono soprattutto delle macchine, possono avere o meno forma antropomorfa e sono usati per sostituire l’uomo nei lavori faticosi.
Androidi, molto più simili all’uomo, sono costruiti con materiali molto simili ai tessuti umani e possiedono qualche forma di pensiero cosciente e persino capacità emotive, tanto da essere quasi indistinguibili da loro. Infatti, la parola “androide” deriva dal greco e significa “simile all’uomo”.

La robotica industriale: tesina maturità

 

TESINA ROBOTICA INDUSTRIALE

Cyborg, sono un incrocio tra uomo e macchina dove, spesso, del primo resta ben poco. Infatti, il termine “cyborg” è la contrazione di “cybernetic organism”, che indica la fusione organica tra uomo e macchina.
Di fatto, l’idea di congegni meccanici antropomorfi è molto più antica: sia gli egizi sia i greci immaginavano statue capaci di muoversi e parlare, e Omero nell’Iliade parla di schiavi di bronzo.
Dal 1970 i robot hanno subìto una notevole evoluzione. La loro presenza ha modificato il modo di lavorare e produrre, diventando il simbolo dell’automazione industriale. Infatti, i robot hanno permesso l’abolizione di posti di lavoro dannosi, pericolosi, ambientalmente negativi, ed hanno aumentato la qualità e l’affidabilità delle lavorazioni in molti settori, tra i quali il campo automobilistico.

Leggi della robotica di Asimov: riassunto

 

TESINA ROBOTICA MECCANICA

Tuttavia in questo campo sono nati due diversi orientamenti, tutt’oggi esistenti. Uno, il più radicale, è rappresentato maggiormente nel campo artistico, e oggi nel cinema e nella fantascienza tende a considerare una concezione antropomorfica dei robot. L’altro è rappresentato da filosofi, scienzati e inventori, il cui obiettivo fondamentale è inventare dispositivi di qualunque forma che siano automatici, cioè capaci di completare operazioni autonomamente, in modo da poter essere programmati per rispondere ai cambiamenti nel loro ambiente.
I progressi della ricerca su nuovi materiali, la sperimentazione di arti artificiali per le vittime di incidenti sul lavoro o automobilistici, nonché altri sviluppi nei sistemi di controllo, hanno contribuito alla nascita di una tecnologia dei manipolatori industriali che simulano con notevole approssimazione il comportamento del braccio umano, e sono guidati da sensori che riproducono alcune funzioni dell’occhio umano.
Isaac Asimov
Con Asimov il robot cambia totalmente, diventa un amico, un collaboratore, una creatura da capire, con molti doveri e “qualche diritto”. Il “Buon Dottore” (sopranome di Asimov) ha una concezione ottimistica della tecnologia: la creazione di macchine simili all’uomo, capaci di comprendere e di avere coscienza di sé, non è più sintomo di arroganza rispetto alla divinità della quale l’uomo aveva cercato di prendere il posto.